Home Recensioni
Recensioni

Recensioni del libro su web:

IL BACIO DELLA NOTTE DI ELENA CORNO

Recensione di Morna

http://mornabooks.blogspot.com/2010/11/recensione-il-bacio-della-notte.html

Trama:

Giulia è una ragazza come tante, divisa tra la passione per il suo lavoro di infermiera e tutto ciò che riguarda licantropi e vampiri di cui si considera esperta conoscitrice.

Durante un turno di lavoro, presso la clinica in cui presta servizio nel reparto di chirurgia ricostruttiva degli arti superiori, conosce Adrian Dawn un uomo misterioso dal fascino oscuro ed irresistibile al quale Giulia non riesce a sottrarsi.

Da quel momento la sua vita ordinata e tranquilla prende una piega inaspettata ...

Commento personale:

Innanzitutto premetto che scrivere questa "recensione" per me non è affatto facile: ho cinquantamila cose che vorrei dire e non so da che parte iniziare!! Cercherò di andare con calma e in ordine.

Per prima cosa è doveroso per me chiarire che quello che scrivo e spaccio per recensioni, in realtà è un commento molto personale del libro/ racconto/storia in generale che ho letto. Non ho alcun titolo di critico letterario di cui fregiarmi! Tutto quello su cui mi baso per giudicare sono le emozioni che ho percepito leggendo e la mia (piccola) esperienza di lettrice accanita! :)

Inoltre, quando ho aperto questo blog, è stato per condividere la mia passione letteraria e per avere idee, opinioni spunti su cui discutere; tutto questo si fonda e parte esclusivamente sul fatto che giudicando si esprime un giudizio sincero, non condizionato da niente e nessuno se non che da me stessa.

Tutti questi giri di parole perchè la recensione di oggi è davvero speciale in tutti i sensi, e mi sono sentita in dovere di precisare alcune cosucce: in pratica il mio è un commento sincero, qualunque cosa dica! ;)

Bando alle chiacchere e senza altri indugi, parto con il dire che il libro mi è piaciuto!!!

Ma andiamo con ordine:

- la storia: quando ho cominciato a leggere il libro, ne sono rimasta letteralmente folgorata e non parlo con mezzi termini!Non riuscivo più a smettere di leggere, lo facevo in ogni dove: a casa, in autobus, in pausa....ovunque!!! Coinvolgente, originale, ironica e divertente!

Devo ammettere che mi aspettavo più azione (che comunque non manca, anzi!) nella prima parte, sopratutto;ciò nonostante è stato comunque piacevole leggere della quotidianità dei due protagonisti!

Nella seconda parte, invece la storia evolve decisamente, prendendo ritmo e trasportandoci direttamente verso il grandioso finale! Non posso aggiungere altro, altrimenti rovino la sopresa!!!

- i personaggi: per questo argomento bisogna fare un distinguo:

ho adorato moltissimo tutti i personaggi secondari,Thomas e Tasha sopratutto, ma in generale, dal primo all'ultimo, nessuno escluso, sono tratteggiati davvero egregiamente e ognuno ha il suo piccolo spazio all'interno della narrazione.

Davvero un'ottimo lavoro!

Non si può esprimere a parole, poi, quello che si prova leggendo di Adrian, il protagonista maschile! Dico solo una cosa....peccato che uomini così esistano solo sulla carta stampata Arghh!!! Gentile, premuroso, dolce, leale, passionale ma anche protettivo, feroce e pericoloso tutto nelle giuste proporzioni!!

I cattivi, poi, sono e c c e z i o n a l i!!! Cattivissimo e follemente maledetto Kristof, ben studiati e tratteggiati tutti gli altri! Tutti meravigliosamente assetati e perfidi!

Arriviamo poi al punto critico: Giulia. Dico la verità, ho avuto in alcuni passaggi, seri problemi a rapportarmi con lei. Non sempre sono riuscita a capirla, sopratutto all'inizio. La cosa,probabilmente dipende poi molto, da chi legge la storia. Forse altri lettori, sapranno apprezzarla meglio di me.

Tuttavia, devo dire, che è un'ottimo personaggio: caratterizzata molto bene e molto approfondita.

Alla fine comunque, riuscirà a comprendere molte cose,cambierà e sopratutto maturerà. Perciò, infine, non ho potuto che ammirare e apprezzarla!

Per il resto, mi è piaciuto tutto tantissimo!

L'ambientazione, ad esempio. Chi ha mai detto che un ottimo urban fantasy non possa tingersi del tricolore??

Se lo avete pensato, vi dovrete ricredere seriamente!

Lo stile dell'autrice è un altro punto che mi ha colpito:fresco, leggero, assolutamente mai noioso. Molto incisivo e vivido. Davvero trascinante!

L'ultima nota positva è per la veste grafica del libro, che io ho trovato straordinaria! Dalla copertina alla consistenza delle pagine, fino ai caratteri. Un piacere da leggere, davvero.

In conclusione, perciò il romanzo, come ho detto mi è piaciuto, in alcuni punti davvero molto. In altri, si incappa in qualche inghippo della narrazione, ma chi è perfetto, infondo? Tenendo conto che questa è l'opera prima dell'autrice, posso dire che sia un "errore" più che accettabile, a mio avviso, e imputabile sopratutto a questa condizione.

Insomma io sono davvero entusiasta di aver scoperto un'autrice talentuosa e brava, (e italiana!) che sono sicura saprà regalarci tantissime emozioni e spero molte altre storie in futuro. E la domanda mi sorge spontanea: Elena dove eri nascosta fino ad ora?? ;)

Perciò, Cari Lettori, se ancora non l'avete fatto, correte in libreria e ordinatelo, subito, perchè vi garantisco non rimarrete delusi!!

GIUDIZIO: 5/5

LETTORE AVVISATO, MEZZO SALVATO!

Ho apprezzato tantissimo alcune parti del romanzo:

per esempio la scena del negozio in cui Giulia ne canta quattro a Bea!!

Quando ho letto quel pezzo ero in autobus....a voi le reazioni degli altri passeggeri alle mie risate!

un'altro punto che mi è piaciuto molto è stato quando l'autrice ha dato voce ai pensieri e ai sentimenti di Adrian, effetuando un cambio del punto di vista. Molto apprezzato dalla sottoscritta!!!

Apprezzatissima anche la scelta di rendere super cattivi (seppur con interessanti variazioni) i vampiri. Per una volta, abbiamo un'altro punto di vista, molto originale!

Un'altra scena in cui sono rimasta *O* così è quella della scoperta della gravidanza e del fatto che Tristan (personaggio enigmatico e molto affascinante) ha degli interessi su Victoria...insomma il libro mi finisce sul più bello!!!

Elena scrivi presto il seguito!!!

Morna

http://mornabooks.blogspot.com/

-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------- -------

Recensione di Valentina: Il bacio della notte" di Elena Corno

http://greenyellowale.blogspot.com/2011/02/recensione-il-bacio-della-notte-di.html/

Cari lettori, oggi vi parlo di un piacevolissimo urban fantasy made in Italy, edito da Statale 11, opera d'esordio dell'autrice Elena Corno, che presto sarà anche nostra ospite per un'intervista qui nel blog! Nonostante certi difetti di fondo, la storia straordinariamente romantica, l'ambientazione milanese e i personaggi molto accattivanti, fanno del libro un'esperienza gradevole e coinvolgente che consiglio a chi sa innamorarsi facilmente dei libri come me!

Trama:
Giulia è una ragazza come tante, divisa tra la passione per il suo lavoro di infermiera e tutto ciò che riguarda licantropi e vampiri di cui si considera esperta conoscitrice.
Durante un turno di lavoro, presso la clinica in cui presta servizio nel reparto di chirurgia ricostruttiva degli arti superiori, conosce Adrian Dawn un uomo misterioso dal fascino oscuro ed irresistibile al quale Giulia non riesce a sottrarsi.
Da quel momento la sua vita ordinata e tranquilla prende una piega inaspettata. Adrian infatti non è altri che un licantropo e, proprio come tutti i membri della sua famiglia, un implacabile cacciatore di vampiri.
Fin dal loro primo incontro, tra i due si instaura un legame molto forte. Ogni sguardo, ogni parola, ogni gesto li porta inesorabilmente ad avvicinarsi sempre di più fino a quando entrambi cadono vittima di una passione sfrenata che travolge ogni cosa.
Il rapporto che Giulia ha con Adrian la porterà a scoprire un mondo tanto affascinante quanto inquietante, fino a quel momento a lei completamente sconosciuto, popolato da creature seducenti e pericolose come giovani uomini in grado di trasformarsi in lupi ed attraenti vampiri assetati di sangue e di anime umane.
Giulia si troverà suo malgrado a dover combattere per poter sopravvivere a tale orrore ma soprattutto a dover decidere se restare legata ad Adrian o cedere alle lusinghe di Kristof, un bellissimo vampiro dai poteri straordinari capace di esercitare su Giulia una pericolosa attrazione, il quale le offre la possibilità di restare giovane e bella in eterno.

RECENSIONE
Generalmente alla chiusura di un libro ci si ritrova con una sensazione piacevole o di delusione, ma abbastanza univoca… A me capita spesso invece di dover fare i conti tra ciò che ha letto, corretto e valutato il mio cervello e ciò che ha amato con emozione il mio cuore! Pare proprio che a 33 anni io ancora non abbia saputo trovare soluzione alla dicotomia del mio animo… Bhe, con questo libro devo ammettere che la mia capacità di esprimere un giudizio univoco è stata messa davvero a dura prova!

A livello emotivo mi ha coinvolto quasi con prepotenza… nonostante il notevole numero di pagine, costretta dalla storia a non staccarmene l’ho letto in due notti! La storia d’amore tra Giulia e Adrian, che l’autrice segue giorno dopo giorno, anche in dettagli poco importanti per l’economia della narrazione ma che aumentano il grado di coinvolgimento, conquista e porta il lettore direttamente nell’arena della loro “lotta” prima per la comprensione dei sentimenti reciproci e poi per l’accettazione della realtà che li circonda. Il progressivo passaggio che vive Giulia da una realtà assolutamente “normale”, fatta di lavoro, casa, pochi amici, a una realtà soprannaturale fatta di amore assoluto, affetti e amicizie che fioriscono in un istante, nemici, pericoli, lupi e vampiri, è lento e ben costruito, al punto che quasi non ci si domanda come sia possibile che poche pagine più indietro ci si trovasse nella vita di una donna qualsiasi, con un lavoro qualsiasi e una routine un poco noiosa e solitaria!

Quasi tutti i personaggi principali, l’amica Denise, il fratello Thomas, il cattivo della situazione Kristof e soprattutto l’incredibile vampiro Tristan (indubbiamente la figura meglio riuscita) e l’adorabile Adrian, sono ben delineati e hanno, ciascuno, una personalità propria che emerge e si mantiene abbastanza costante e fedele a se stessa per l’intero libro. Stranamente a mancare di tali pregi è proprio la protagonista, che a tratti ammetto di non aver compreso bene e sulla quale forse l’autrice ha un poco calcato la mano, a favore della ricerca di un ulteriore pathos non necessario a mio avviso! Al di là della contaminazione di DNA di lupo dovuta ai rapporti intimi con Adrian, Giulia ha davvero dei cambi repentini di umore e si arrabbia per motivazioni poco giustificabili, che la rendono insufficientemente affidabile dal punto di vista del lettore: in una pagina promette pazienza e in quella successiva perde le staffe per lo stesso motivo; dopo la prima trasformazione di Adrian lo abbraccia dicendosi che per lui ucciderebbe talmente è forte il suo amore, e appena arrivati a casa lo insulta dandogli del cane e del mostro… Ma il coinvolgimento emotivo dei due protagonisti e l’assolutismo del loro amore reciproco, riescono a superare ogni ostacolo e ad avallare ogni atteggiamento poco comprensibile ed esagerato, e soprattutto inducono anche il lettore a farlo.

Quindi, storia piacevole, romantica, che quasi ti abbraccia, con un’interessante ambientazione Milanese e poi Europea (i protagonisti si muovono anche nelle città di Ginevra e Praga), personaggi accattivanti e ben delineati, un finale a tutto tondo che non lascia indietro nulla e porta ogni cosa al suo giusto, e felice, compimento, e infine una veste grafica evocativa. Dove sta la difficoltà di valutazione dunque?

Come spesso capita alle opere d’esordio, anche Il bacio della notte ha i suoi evidenti difetti, qualche nebulosità nella trama e qualche leggerezza a livello narrativo (soprattutto nella prima parte quando alle frasi misteriose del periodo di “ignoranza” di Giulia, non corrispondono poi delle realtà dopo la rivelazione) e a livello stilistico (i dialoghi hanno talvolta una forma eccessivamente colloquiale ad esempio, troppo spesso si ripetono espressioni simili se non identiche nella medesima frase ecc.). Ma questi difetti per un’opera prima sono davvero trascurabili.

Non trascurabili invece sono i veri due elementi che penalizzano il libro, e che per motivi diversi non mi sento comunque di imputare all’autrice. Il primo è indiscutibilmente un pessimo editing: la punteggiatura è assolutamente lasciata al caso, mancano virgole ovunque, sia nel discorso diretto sia nella narrazione, e quelle poche volte che se ne incontra una è messa a sproposito; per non parlare degli accenti pressoché assenti; i refusi non si contano; e aggiungiamo la scelta di certi termini poco consoni, la ripetizione in una frase della stessa espressione (del tipo “ero così felice che fosse così contenta”), la già citata esagerata colloquialità nei dialoghi…

Il secondo elemento penalizzante è costituito dai numerosi riferimenti alla saga di Twilight, che nella prima parte del libro, prima che la trama acquisti autonomia, sono davvero troppi e troppo espliciti! Non si tratta solo di situazioni o espressioni simili, ma addirittura di frasi a malapena parafrasate… Persino nel finale (che ovviamente non intendo svelare per non rovinare la lettura ai futuri lettori del libro), alla luce di questi continui rimandi, si potrebbe leggere un’ispirazione al finale stesso di Breaking Dawn, se pur in un certo qual modo ribaltato! Ho voluto intendere tali similitudini non come un plagio ovviamente, anche perché risulterebbe davvero troppo evidente per non essere perseguito o giudicato pesantemente, ma come un omaggio dell’autrice alla saga oppure, nel caso lei non la conosca, come una sua incredibile sintonia creativa con l’autrice americana… Ma anche valutando al meglio le intenzioni, di fatto questo si è rivelato un elemento disturbante per la mia lettura, che ha fatto perdere credibilità alla prima parte della storia, e ha influenzato il gradimento anche se, mi ripeto, il cuore ha comunque saputo apprezzare molto!

Giudizio: ★★★

http://greenyellowale.blogspot.com/

-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------- -------

Recensione di Nasreen: Il bacio della notte" di Elena Corno

http://sognandoleggendo.net/blog/?p=4134/

Il Bacio della Notte è l’opera d’esordio della giovane Elena Corno. E’ un Paranormal Romance sotto ogni punto di vista e, considerando appunto che si tratta di un’opera prima e la sua corposità, non possiamo che valutarlo positivamente.

Di fatto, però, il romanzo si può suddividere in due grossi blocchi narrativi: il primo che affronta lo sviluppo sentimentali fra i due personaggi principali (affiancato dal delinearsi dell’elemento avverso) e un secondo blocco nel quale si concentra “l’azione” del romanzo, la parte in cui tutti i nodi vengono al pettine e si concretizza lo scontro fra il “cattivo” e la coppia di innamorati.

Elena Corno, a differenza di molti esordienti, ha saputo destreggiarsi piuttosto bene in tutto il primo blocco. Anche se in alcuni punti è stata un po’ prolissa, l’evoluzione sentimentale/amorosa fra Giulia – ragazza chiusa nel suo mondo fatto di romanzi fantasy, casa e lavoro – e Adrian – giovane e misterioso uomo dalle capacità auto-curative davvero stupefacenti nonché munito di un fascino magnetico spietato -, è veramente molto ben raccontata.

C’è una sorta di colpo di fulmine fra i protagonisti ma, per una volta, le scosse di assestamento del rapporto sono concrete e causano non pochi problemi a Giulia e Adrian che oscillano, almeno all’inizio, fra litigate e amore… e astinenza!

Giulia è un personaggio molto particolare. L’evidente intento dell’autrice di non creare una Mary Sue pronta ad accettare da un momento all’altro l’esistenza di creature soprannaturali, di farsi comandare a bacchetta, mettere da parte e tenere all’oscuro di tutto – ovviamente “per la sua sicurezza” – ha in alcuni casi reso il personaggio un po’ nevrotico se non proprio antipatico. Fortunatamente questi scivoloni vengono ripresi immediatamente e a breve Giulia torna nelle corde del lettore con il suo essere sfacciatamente diretta, lunatica, solare, testarda e indipendente. Ci piace un personaggio femminile che non aspetta di essere salvata ma che, allo stesso tempo, non si trasforma in Una Bomber.

Adrian è un buon personaggio che finirà per trafiggere il cuore di ogni buona romanticona, è fedele, ammaliante, protettivo, perdona facilmente le offese, bello e ricco. Il sogno di ogni donna! Qualche lettrice un po’ più disincantata affermerà che finisce spesso e volentieri per fare lo “zerbino”, abbastanza vero visto in alcuni punti arriva a perdonare troppo facilmente le isterie di Giulia… Va bene l’amore ma a tutto c’è un limite.

Il caro e vecchio “non ti dico nulla MA è per il tuo bene” sembra essere il comportamento preferito di quasi tutti i “maschi” di tutte le saghe romance in circolazione. Da dove abbiano preso questa assurda convinzione le autrici ancora non lo so onestamente, anche perchè alla fine le protagoniste femminili finiscono SEMPRE per combinare qualche casino assurdo che, se avessero avuto a priori un chiaro quadro della situazione, avrebbero evitato senza troppi problemi.

Dunque, riprendendo il discorso, la prima parte del romanzo (che conta quasi 400 pagine su 540) è ben strutturata e molto piacevole da leggere tant’è che il lettore si trova facilmente incastrato nel meccanismo “ancora un altro capitolo…“.

Quello che determina un po’ il declino del libro è la seconda parte, quella che costituisce il nucleo “combattivo”, ovvero lo scontro fra i buoni e i cattivi della circostanza.

Lo scontro è troppo veloce, si evolve e risolve nel giro di poche pagine e, uno scontro che “teoricamente” dovrebbe durare tutta una notte, finisce per essere “raccontato” dall’autrice e, sfruttando qualche deus ex machina qua e là, risolto in poche pagine.

In definitiva un piacevolissimo romanzo d’amore fra figure fantastiche, che fra l’altro vengono descritte e caratterizzate molto bene, con qualche pecca a macchia di leopardo che fa scivolare un po’ il romanzo nel “già letto” ma che si riprende grazie allo stile dell’autrice che è molto scorrevole, piacevole e piuttosto maturo viste le circostanze.

Di veramente negativo, in effetti, c’è il prezzo del romanzo che, visto che stiamo parlando di un romanzo di un esordiente che dovrebbe puntare sulla diffusione del suo nome e visto che il romanzo manca di una buona correzione, è veramente spropositato.

E’ vero che parliamo di un romanzo di 500 pagine, ma una prezzo di 24€ è proibitivo e penalizza la stessa autrice che, in quanto sconosciuta (ergo: esordiente) avrebbe bisogno di una campagna maketing decisamente più seria e produttiva viste le sue capacità e non un romanzo poco editato e prezzato male. Un libro di 25€ rimarrebbe sugli scaffali pure se si chiamasse “L.K. Hamilton” o “Michael Connelly” !

Giudizio: ★★★

http://sognandoleggendo.net/blog/

-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------- -------

Recensione di Keira: "Il bacio della notte" di Elena Corno

http://thebook-lover.blogspot.com/2010/12/recensione-il-bacio-della-notte-di.html

Difficile giudicare questo romanzo. Da un parte, considerato che si tratta di un libro d'esordio, il risultato è sicuramente più che buono. Dall'altra, però, non si possono non considerare i numerosi alti e bassi presenti lungo tutta la narrazione che non mi permettono di dare un giudizio unanime all'intero romanzo.
Prima di tutto "Il bacio della notte" avrebbe avuto davvero bisogno di un serio editing da parte della casa editrice e visto il costo non indifferente, anzi direi assurdo, del volume mi chiedo perchè ciò sia stato fatto in modo così blando o addirittura non fatto: refusi continui (soprattutto da metà libro in poi), diverse le frasi impostate male, numerose le ripetizioni e così tanti punti esclamativi e puntini di sospensione che poco ci mancava che mi strappassi tutti i capelli.

La storia di per sè non è male, forse sa di già sentita, ma tutto sommato è la parte che più ho apprezzato. Certo, ci troviamo di fronte a una libro che parla di licantropi e vampiri, quindi, se ne avete basta di questo genere, direi che questo romanzo non fa per voi. Però la figura del licantropo descritta è davvero molto intrigante, niente a che vedere con quei brutti animaloni un poco rozzi di certi libri recenti. Qui il protagonista, il licantropo Adrian, è davvero meritevole di attenzione, a tratti sprigiona lo stesso fascino di alcuni vampiri. Sono certa che le donne apprezzaranno e non poco.

Come dicevo, la storia è buona anche se la parte centrale è davvero strascicata e un poco noiosa (ammetto che la tentazione di saltare qualche pagina è stata forte) ma alla fine nonostante questo impasse si arriva a una parte finale, in cui l'attenzione si concentra maggioramente sui vampiri, davvero ottima e avvincente.

I personaggi sono buoni, in particolare i secondari. Non posso dire lo stesso della protagonista, l'umana Giulia, che ho cordialmente odiato dalla prima all'ultima pagina. Odiosa e, secondo me, anche affetta da un diturbo schizofrenico della personalità. Certo, i suoi cambiamenti di umore vengono anche spiegati ma io non sono proprio riuscita a digerirla e dopo l'ennesima inspiegabile litigata con il povero Adrian mi sono davvero chiesta per quale motivo un uomo così intelligente non se la fosse già data a gambe levate. Mistero.

Fantastico il personaggio del vampiro Tristan, il mio preferito in assoluto. Visto che so che l'autrice scriverà un'altro libro della serie spero si concentri maggiormente su di lui.

In definitiva un buon romanzo che nonostante alcune (grosse) sviste mi sento di consigliarvi. Direi che è maggiormente indirizzato ad un pubblico femminile e in particolare alle più romantiche visto che buona parte del libro si concentra sulla storia d'amore tra Adrian a Giulia.

Un buon punto di partenza per l'autrice che, sono certa, corregendo il tiro ad alcune scelte stilistiche e narrative (del tutto giustificabili essendo un romanzo d'esordio) saprà migliorarsi sempre più. A questo punto sono curiosa di leggere il prossimo libro!

Giudizio: ★★★+

http://thebook-lover.blogspot.com/

-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------- -------

Recensione di Tricheco: Il bacio della notte" di Elena Corno

http://ilmagicomondodeilibri.blogspot.com/2010/11/il-bacio-della-notte-di-elena-corno_28.html/

PARERE PERSONALE...

Sono venuta a conoscenza di questo libro tramite Anobii e altri blog, la sua trama mi ha subito interessata e attratta, hanno contribuito in modo particolare anche il fatto che fosse ambientato in Italia e che la protagonista principale si chiami come me. Direi che questo libro potrebbe essere diviso in due parti, la prima ,ed è quella che ho apprezzato di più, la trovo molto coinvolgente e soddisfacente, la seconda parte e in modo particolare l'introduzione del personaggio di Tristan la trovo molto affrettata in modo particolare nel descrivere lo sviluppo dell'amicizia tra Giulia e Tristan .è un vampiro, che sembra troppo fulminea e nella quale ho trovato molte somiglianze con la trama della saga scritta da Stephenie Meyer. A parte questo ho trovato il libro molto coinvolgente, il personaggio maschile principale Adrian è assolutamente adorabile... Ho apprezzato molto anche i personaggi secondari Thomas, il fratello di Adrian, e Tasha. Spero vivamente che ci sia un seguito come lascia a intendere la futura storia d'amore tra Tristan , mezzo vampiro mezzo umano, e Victoria, la figlioletta di Adrian e Giulia...

Giudizio: ★★★★

http://ilmagicomondodeilibri.blogspot.com/

------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------ ---------

Recensione di foschia75: Il bacio della notte" di Elena Corno

http://sognandotralerighe.blogspot.com/search?q=elena+corno/

Come potete ben vedere, inauguro il mio blog col commento di questo bellissimo libro di un'autrice italiana, che promette davvero bene. Forse l'unica pecca è il prezzo, ma spero che più avanti qualche altra casa editrice pubblichi il romanzo in edizione più economica, perchè per noi avide lettrici di urban-fantasy, è dura stare dietro a tute le uscite!!!

Personaggi:
Giulia, infermiera umana
Adrian Dawn, licantropo mozzafiato
Thomas, fratello di Adrian, licantropo
Alice, umana migliore amica di Giulia
Kristof, vampiro molto potente e chiaramente malvagio
Tristan, vampiro, tirapiedi di Kristof ma....non del tutto votato al male!

Ambientazione:
Italia (Milano)- Svizzera

Trama:
Giulia si imbatte in Adrian Dawn, bello e misterioso, ferito da un morso, finisce nell'ospedale dove lavora lei. Inizia così l'avventura e la passione fra i due....ma non potrà mai essere una storia qualunque, perchè lui è un licantropo (mutaforma), come tutti i maschi della sua famiglia! I due si innamorano perdutamente, (al primo sguardo come l'impriting) ma l'idillio dura poco, perchè Adrian e il fratello la notte vanno in giro per Milano a caccia di...(indovinate un pò?) vampiri! Kristof, vampiro malvagio, usa Alice la migliore amica di Giulia per rapire quest'ultima e farla diventare come lui. Ma per fortuna dopo la lotta finale, Giulia viene tratta in salvo anche grazie all'ambiguità di Tristan. Il romanzo ha un bel lieto fine che non voglio raccontarvi, ma per come è scritto, sembra lasciare una finestra per un secondo episodio (e lo spero tanto!)

Ringrazio Elena Corno per avermi fatto provare sensazioni intense e spero tanto che ci sia un poi. Le auguro tanto successo perchè lo merita veramente. Infine le faccio i complimenti per essere riuscita egregiamente ad ambientare la storia in Italia!

COMMENTO

5 stelle tutte meritate!!

Prima stella per le descrizioni che per me sono il sale di un romanzo, seconda stella per l'ambientazione (in buona parte italiana) ben studiata, terza stella per l'elettricità che senti addosso dalla prima riga all'ultima, quarta stella per il susseguirsi incalzante dei fatti che ti lascia in apnea, quinta stella per il linguaggio sensuale ma mai volgare usato per le scene di sesso. Grazie Elena per essere riuscita a trasmettermi sensazioni così forti. Bellissimissimo, consigliatissimo alle sfegatate del genere. Ah grazie ancora all'autrice per avermi fatto rivalutare pienamente i licantropi!

Vi lascio una frase del romanzo:
"L'unica cosa certa era che non riuscivo a staccare gli occhi da Adrian. Era come un pianeta e io un satellite, che restava prigioniero nella sua orbita, attratto dalla sua forza di gravità. Aveva il potere di annullare la mia volontà".

Giudizio: ★★★★★

http://sognandotralerighe.blogspot.com/

-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------- -------

«Il bacio della notte è un romanzo appena uscito, scritto da una scrittrice italiana in erba ... è il suo primo romanzo ma non per questo è da considerarsi inferiore a tanti altri scritti da numerose autrici del genere. e' una storia nuova fresca e ricca di fantasia dove il mistero, il romanticismo e l'ironia fanno da padrone. e' davvero un romanzo avvincente che si legge tutto d'un fiato. i personaggi sono straordinari: impossibile non innamorarsene! lo consiglio davvero a tutti i patiti del genere. non riuscirete a smettere di leggerlo!!!!! »

www.booksworld.it

-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------- ------

«Per quelli che ... le scrittrici straniere sono meglio di quelle italiane ... provate a leggerlo e poi ne riparliamo! Favoloso, intenso, ricco di fantasia. Impossibile smettere di leggerlo! E credetemi io ne leggo parecchi del genere Fantasy per adulti! Vale davvero la pena ... per intraprendere un viaggio in un mondo incredibile!»

«Ho scoperto questo libro per caso, perchè sono appasionata a questo genere di libri tipo Twighligt. Anche se è un libro di 500 pagine l’ho letto in pochi giorni. Mi è piaciuto tanto e lo consiglio a tutti!!!!»

«l’ho letto in due giorni! non appena inizi non riesci a smettere di leggerlo! i personaggi sono straordinari. davvero emozionante e così reale!!!! da leggere assolutamente .... altro che scrittrici straniere!!!!!!»

http://www.unilibro.it

-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------- -------

«Una storia tra le migliori del genere. Passionale e mai volgare, romantica, ricca di mistero, a tratti ironica e divertente.
Ho davvero sognato ad occhi aperti.»

http://www.libreriauniversitaria.it

-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------- -------

Che dire ... una storia straordinaria. Personaggi intriganti. Romanticismo, suspence ed un pizzico di umorismo fanno da padroni.
Vi innamorerete letteralmente dei personaggi!

http://books.google.it/

 

Foto